V Incontro, T. Todorov, La paura dei barbari – T. Guariento

Testo pensato come risposta a: S. P. HUNTINGTON, Lo scontro delle civiltà.

Definizione di “barbaro”: chi nega l’umanità dell’altro uomo, chi tratta gli altri come se non fossero esseri umani.

Nel testo del ’96 di Huntigton, noto scienzato politico e storico statunitense, si mostra una visione dualistica che oppone Occidente e Oriente, cristianesimo e Islam, una divisione certamente poco scientifica, in quanto per ogni occasione vengono utilizzati dei criteri differenti.

Contro gli stereotipi, T. cerca di evidenziare la complessità che caratterizza la cultura e la storia dell’Islam. A maggior ragione l’identificazione che si fa tra quest’ultimo e il terrorismo è frutto di ideologia, in quanto esso non è chiaramente definibile e identificabile con alcuna categoria. Inoltre non si può definire una popolazione attrverso la dualità di giusto/sbagliato. Difatti l’ideologia procede contrapponendo due “blocchi” opposti; per esempio: democrazia&libertà vs. terrorismo. In realtà non è così semplice. La tortura, elemento del terrorismo e della barbarie, sono presenti anche negli USA.

TORTURA: contravviene il principio di razionalità. Non si possono accusare altri di barbarie, facendosi anche garanti di giustizia e civiltà se poi si utilizzano strumenti di tortura.

LIBERTA’ DI STAMPA: le si deve porre un limite, così come si sarebbe dovuto impedire la pubblicazione delle caricature di Maometto, in Danimarca. In questo caso, la libertà di stampa deve essere limitata dall’etica della responsabilità, soprattutto se un articolo, un discorso, una frase ha i mezzi, come nel caso della stampa, per avere risonanza internazionale.

DISCORSO DI RATZINGER:

  • Fede, ragione e università del 2006;
  • R. cita un giudizio negativo, espresso da altri, su Maometto e la religione musulmana: in realtà la citazione è una copertura, non è un banale errore o una semplice storpiatura dei giornalisti che hanno riportato il suo discorso;
  • è un discorso ideologico, in quanto contrappone la filosofia greca&cristianesimo vs. Islam, il quale, secondo R., non può avere un rapporto con la razionalità.

Sostenere che qualcuno non è razionale, come avviene accusando il terrorismo d’essere la manifestazione di irrazionalità, è, per definizione, proprio del barbaro.

FONDAMENTALISMO ISLAMICO: emerge, secondo T., negli anni ’60, basandosi su una lettura scorretta del Corano.

STEREOTIPI: il codice civile arabo non corrisponde al Corano. Tale identificazione fasulla è resa però vera attraverso l’uso scorretto dei mezzi di comunicazione “occidentali”.

IDEOLOGIA DELLA SEPARAZIONE: Si deve tornare, per evitare il dualismo, l’ideologia etc al livello di discussione sulla cultura avvenuta nell’Illuminismo (europeo).

PRINCIPIO DI COMPLICAZIONE: contro la fasulla e ideologica dualità (oriente/occidente, cristianesimo/Islam, etc..)

DIRITTI DELL’UOMO: devono essere considerati inalienabili e vanno difesi. Ma con i mezzi giusti. =>non ci sono civiltà barbariche o civilizzate, ma solo mezzi civili o incivili.

DIFENDERE LA LIBERTA’, LA DEMOCRAZIA: è un principio formale.

Congruenza tra cultura e lingua (cfr. Saussure).

T., nelle soluzioni ai vari problemi, non trae conclusioni illuminanti, ma incappa in alcune contraddizioni. Per esempio, prende l’Illuminismo come canone, ma questo non è un ritorno all’ideologia, da lui stesso criticata?

SCOPO DI QUESTO LIBRO: Cercare di complicare le tesi, estremamente semplificatrici, correnti in quegli anni.

Advertisements
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: